ARCIERI STORICI
DELLE SETTE CONTRADE


Formatosi inizialmente come associazione spontanea, nel lontano 1973, per volontà di un piccolo gruppo di ragazzi ortani si è poi definito e rivestito di carica ufficiale nel 1975 con l’ingresso, per norma statutaria, nell’Ente Ottava Medioevale di Orte.
"Attingere dalla Storia per creare una tradizione folkloristica, culturale e sportiva" è stata questa l'indicazione dell'Ente al neo gruppo "Arcieri Storici delle Sette Contrade di Orte". Il Gruppo è promotore delle prime gare in costume Medioevale; gare che poi, per spirito di aggregazione, sfoceranno nelle prime edizioni del "Palio Nazionale Arcieri Storici".
La realizzazione naturale del Gruppo, è però, la disfida del "Palio de' lo libero Comune di Orte".
Il costume, il rullo dei tamburi, l'abilità nello "scagliare" la freccia, l'ansia della gara, il tifo dei contradaioli riportano lo spettatore ai suoi sogni di fanciullo, popolati da antiche storie di menestrelli, valorosi cavalieri e bellissime dame.
L'arciere non ha la nobiltà del cavaliere, ma ha l'astuzia nel suo sguardo, la forza nella mano che tende l'arco e soprattutto un animo puro e sereno; questo gli permette di centrare con la sua freccia il bersaglio, un piccolo anello d'argento, simbolo della sua fede alla propria Contrada.
Tutto questo viene vissuto ogni anno durante l'Ottava dei festeggiamenti in onore del Santo patrono di Orte S. Egidio.


 
 
  E-mail